Laser e Parodontologia: nuovi protocolli in terapia non chirurgica.

Laser e Parodontologia: nuovi protocolli in terapia non chirurgica.

Giornata di grande spessore culturale quella svoltasi a Bari con la Prof.ssa Marisa Roncati. Presso la saletta corsi dello Studio del Dott. Valerio Partipilo, giovedì 24 u.s. si è tenuto un seminario intitolato “Il Laser e la Terapia Parodontale non chirurgica“. Con un’entusiasmante relazione, la Prof.ssa Roncati è riuscita a catalizzare l’attenzione dei 20 partecipanti, proiettando molti casi clinici e dimostrando come l’impiego del Laser possa spesso posticipare, o addirittura scongiurare, il ricorso alla chirurgia.
Dopo i saluti del Dott. Partipilo, Presidente AIOLA e del Dott. Tempesta, la Prof.ssa Roncati ha illustrato le caratteristiche principali del Laser e le indicazioni al suo utilizzo, con riferimento particolare al Laser a diodo. Negli ultimi anni il ricorso alla “chirurgia” parodontale sembra essere sempre meno frequente grazie agli effetti decontaminanti e biostimolanti del Laser; ciononostante, la diagnosi corretta resta il presupposto imprescindibile per contrastare efficacemente la malattia parodontale impostando un’adeguata terapia causale.
Individuare, innanzitutto, i depositi di tartaro sottogengivale, attraverso l’utilizzo accorto di sonde millimetrate; non solo, quindi, strumenti per misurare la profondità di tasca e la perdita di attacco, ma anche ausili sensibili per “mappare” i depositi e ricorrere, in modo mirato, a punte ultrasoniche gengivali, curettes, falcetti e, ovviamente, Laser. È proprio quest’ultimo a disgregare gli accumuli di tartaro ematico, riducendo l’incidenza di manovre invasive come il root planing nel successo della terapia parodontale non chirurgica.
A seguire, l’importanza del recall per monitorare i risultati della terapia appena eseguita: tre incontri ravvicinati per realizzare un efficace debridement parodontale e un primo richiamo a un mese per monitorare la guarigione in termini di rigenerazione di fibre transettali e circolari, anche se rivalutazioni continue e periodiche si rendono necessarie per ottenere la “concordance” del paziente.
Grazie al contributo degli sponsor, il seminario si è concluso con una prova pratica eseguita da tutti i partecipanti per mettere in pratica i concetti appena appresi.
Grande soddisfazione, insomma, per la riuscita dell’incontro, reso possibile dall’impegno profuso da AIOLA e dalla collaborazione offerta da grandi professionisti e simpatizzanti dell’Accademia.
L’appuntamento più atteso è per sabato 14 novembre 2015, presso il Nicolaus Hotel Bari, dove si svolgerà il Congresso Nazionale AIOLA e 1° Laser Day Puglia, dal titolo “Odontoiatria ed Estetica Laser Assistite: dalla teoria alla pratica“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*